Gilles Deleuze, 1968

12 dicembre 2006

Quanto più si ripete il proprio passato tanto meno ci se ne ricorda, meno si ha coscienza di ricordarsene – ricordate, elaborate il ricordo, per non ripetere. Io non ripeto perché rimuovo. Rimuovo perché ripeto, dimentico perché ripeto. Rimuovo perché, innanzitutto, non posso vivere certe cose o certe esperienze se non nel modo della ripetizione. Io sono portato a rimuovere ciò che mi impedirebbe di viverle così: vale a dire la rappresentazione che media il vissuto rapportandolo alla forma di un oggetto identico o simile. Non si guarisce dunque per semplice amnesia, così come non si è malati di amnesia. Qui come altrove, la presa di coscienza è poca cosa. L’operazione, ben altrimenti teatrale e drammatica attraverso cui si guarisce e anche non si guarisce, porta un nome, quello di transfert. E il transfert fa ancora parte della ripetizione, più che mai della ripetizione. Se la ripetizione ci rende malati, è anche in grado di guarirci; se ci incatena e ci distrugge, può anche liberarci, attestando nei due casi del suo potere demoniaco. Tutta la cura è un viaggio al fondo della ripetizione. Invero nel transfert c’è qualcosa di analogo alla sperimentazione scientifica, in quanto si presuppone che il malato ripeta l’insieme del suo stato di turbamento in condizioni artificiali privilegiate, prendendo per oggetto la persona dell’analista. Persino nella natura, le rotazioni isocrone sono soltanto l’apparenza di un movimento più profondo, i cicli di rivoluzione non sono se non degli astratti; messi in rapporto, rivelano cicli di evoluzione, spirali a ragione di curvatura variabile, la cui traiettoria ha due aspetti dissimmetrici come la destra e la sinistra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: