Umberto Galimberti, 2006

17 novembre 2006

Sempre meno sono quelli in grado di usare il pensiero e il sentimento, per cui, peggio dei cerebrolesi e dei cardiolesi, vivono solo di sensazioni, trasformando il loro corpo in un laboratorio di esperimenti sensoriali ad alta intensità. Libertà caotica che polverizza e affoga ogni progetto e immette in quella corrente di desiderio cieco che porta a fare qualsiasi cosa senza sapere che cosa esattamente si deve fare, in quel perfetto stordimento dei sensi a cui si chiede solo di affogare la coscienza di sé.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: